A rischio la lucertola azzurra di Capri, sos per salvare il simbolo dei Faraglioni

0
48

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Salvare la lucertola azzurra di Capri. L’associazione isolana L’Amo di Capri ha lanciato un sos per tutelare il piccolo e raro animale simbolo dei faraglioni. La campagna di sensibilizzazione appena partita ha infatti l’obiettivo di salvaguardare l’inestimabile valore naturalistico si legge nell’appello – e faunistico della lucertola azzurra. E sotto protezione non sarà soltanto la lucertola azzurra ma anche il suo habitat, ovvero i Faraglioni ed il Monacone. Sul territorio isolano spiegano dall’associazione L’Amo di Capri – esistono due fantastiche sottospecie, la Lucertola Azzurra, Podarcis siculus coeruleus e la Lucertola del Monacone, Podarcis siculus monaconensis. Queste lucertole, adattandosi nel corso del tempo alle isole’ in cui vivono, hanno riportato dei mutamenti cromatici, creando dei veri capolavori della natura. Patrimonio di inestimabile valore naturalistico e faunistico che viene messo a dura prova non solo per il difficile equilibrio del loro habitat, ma perché viene sottoposto a stress smisurati nei periodi estivi. Oggi molti giovani isolani non credono alla loro esistenza, e troppo spesso questi rari animali diventano oggetto di richieste di vendita o addirittura oggetto di barbarie. L’appello dell’associazione isolana, dunque, Save the blue lizard è mirato a proteggere la particolare fauna di Capri anche attraverso una politica di turismo sostenibile che possa contenere lo sbarco dei barbari ed il cattivo comportamento di turisti e vacanzieri che vengono sull’isola per vivere emozioni e colori di un territorio unico al mondo. Giù le mani dalla lucertola azzurra, dunque, simbolo da sempre di quella straordinaria natura che fa della terra cara all’imperatore Tiberio un unicum anche in fatto di flora e fauna. Con i livelli attuali di turismo selvaggio spiegano da L’Amo di Capri – occorrono normative specifiche alla tutela delle sottospecie e del loro habitat, Capri non può perdere un patrimonio di inestimabile valore naturalistico e turistico come questo.