Elisoccorso, flash mob in piazzetta «La salute deve essere la priorità»

0
333

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

«Fate presto». Manifestazione nella piazzetta di Capri per il diritto alla salute ed all’elisoccorso. La cittadinanza isolana si è data appuntamento nel salotto del mondo per un flash mob che possa sensibilizzare Regione e Asl sulla tutela della salute pubblica. Un grido che diviene ancora più forte alla luce di quanto vissuto sull’isola azzurra nei giorni scorsi alle prese con la querelle dell’elisoccorso nelle ore notturne, con la piazzola alternativa di atterraggio per accorciare i tempi di percorrenza dei mezzi di soccorso dall’ospedale e più in generale con una serie di problematiche vissute dall’utenza isolana in tema sanitario. All’evento caprese parteciperanno associazioni di volontariato, scuole primarie e secondarie, il Movimento cristiano Lavoratori insieme alla cittadinanza tutta per farsi sentire in sede regionale e di vertici Asl. «La salute ed il soccorso tempestivo al primo posto», chiedono nel messaggio di adunata alla cittadinanza isolana. A partecipare sono stati invitati «nonne, nonni, genitori, operai, impiegati, professionisti, commercianti e l’intera società civile di Anacapri e Capri e tutti i cittadini sensibili alla problematica delle carenti condizioni sanitarie e parasanitarie, in cui versa l’ospedale di Capri. In caso di pericolo di vita è scritto ancora nel messaggio di invito alla cittadinanza bisogna realizzare a Capri una piazzola di emergenza per l’atterraggio dell’elicottero del servizio 118». Sull’argomento elisoccorso nei giorni scorsi l’unione nazionale consumatori con il delegato isolano Teodorico Boniello aveva inviato una petizione con oltre tremila firme. I sottoscrittori chiedevano a gran voce di individuare un’area alternativa per l’atterraggio dell’eliambulanza più vicina all’ospedale di Capri e dotata degli strumenti idonei alle manovre in tutte le condizioni meteo e di visibilità. Uno studio per la ricerca di una piazzola di emergenza è stato in questo senso avviato dal comune di Capri che ha demandato i competenti uffici ad effettuare le progettazioni del caso. Dal gruppo di opposizione Capri Vera, poi, già nelle scorse ore era stata chiesta una convocazione urgente dell’osservatorio sulla Sanità delle Isole, «nel corso della quale si propone anche di discutere hanno spiegato dal gruppo consiliare guidato da Roberto Bozzaotre – su una proposta alternativa per la gestione della salute nelle isole con la creazione di una Asl o un distretto autonomo».