Nuovo pontile a Capri, chiesto lo stop al progetto

0
367

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

A Capri il pontile della discordia suscita polemiche. Continuano le discussioni dopo il recente progetto di una struttura in acciaio amovibile per i noleggiatori di imbarcazioni davanti alla spiaggia di Marina Grande, il litorale libero più grande e frequentato dell’isola azzurra. Il nuovo molo che sarebbe ad uso stagionale per attracchi di carattere commerciale per decongestionare il porto ha suscitato malumori sia in rete che tra le persone che nella Capri in letargo invernale hanno al centro delle loro chiacchierate quotidiane nei bar e tra i capannelli in piazzetta proprio il progetto del nuovo pontile. Il gruppo di opposizione Capri Vera guidato in consiglio comunale da Roberto Bozzaotre ha già chiesto sia la revoca dell’iter che da il via libera all’opera che la convocazione di un consiglio comunale proprio su questo argomento. E anche le associazioni ambientaliste, Marevivo in testa, hanno bocciato senza se e senza ma il progetto di un nuovo pontile a Marina Grande. «Quel pontile è una porcheria senza precedenti» ha già fatto sapere senza giri di parole il capogruppo di minoranza, un disastro per Capri lo ha definito Rosalba Giugni di Marevivo. Intanto a rilanciare la necessità di un’isola azzurra da tutelare e diventare patrimonio Unesco ci pensa dalla Spagna la Federalberghi Capri. Il presidente dell’associazione isolana Sergio Gargiulo, infatti, da Madrid in occasione di Fitur, il salone iberico delle vacanze, ha evidenziato nuovamente la necessità per Capri della salvaguardia del proprio patrimonio naturale «per il quale, è noto ha detto Sergio Gargiulo – abbiamo chiesto di valutare la richiesta di tutela dell’Unesco. Il nostro impegno oggi è anche quello di garantire la vivibilità dell’isola ai nostri ospiti e da questo punto di vista Federalberghi Isola di Capri negli ultimi anni ha voluto e saputo essere propositiva per aiutare gli organi preposti a trovare soluzione a problematiche che vanno dall’arrivo a Capri, alla mobilità e alla sostenibilità dell’accoglienza». A proposito di economia turistica, infine, va detto che il brand Capri secondo le previsioni 2020 continua ad essere sempre più trainante per il turismo nazionale. Ad aprire la stagione dei grandi eventi all’ombra dei Faraglioni, poi, è ufficialmente il 7 maggio la presentazione della Cruise Collection di Chanel, appuntamento esclusivo che dopo alcune edizioni ospitate a Parigi, quest’anno approda sull’isola di Tiberio annunciando un indotto di portata straordinaria.