Fiera Turismo a Madrid, Capri fa la parte da leone

0
130

Fonte: Roma

L’ isola azzurra protagonista a Madrid in occasione di Fitur, il salone spagnolo delle vacanze, primo appuntamento di promozione turistica del 2020, dove si conferma il trend di domanda internazionale interessata a Capri. La presenza dell’ Isola Azzurra, ospitata nello stand della Regione Campania, è assicurata come sempre da Federalberghi Isola di Capri che anche quest’ anno incontra a Madrid gli operatori del mercato globale per anticipare la proposta turistica nella Terra di Tiberio. Dalla Spagna arriva anche la conferma che il brand Capri è sempre più rappresentativo e trainante per il turismo nazionale. Per la prossima stagione turistica si annuncia un importante calendario di eventi che sarà inaugurato il 7 maggio dalla presentazione della Cruise Collection 2020 di Chanel, appuntamento esclusivo che dopo alcune edizioni ospitate a Parigi, quest’ anno sbarca proprio a Capri.

«Dai segnali raccolti in fiera, ma anche da un primo bilancio delle prenotazioni per il 2020, Capri continua a mantenere il ritmo di crescita degli ultimi anni – spiega il presidente di Federalberghi Isola di Capri, Sergio Gargiulo- Non potremmo chiedere di meglio ed è il frutto di politiche di promozione accorte e del prodotto di gran pregio sul quale gli operatori hanno lavorato e investito.

Grandi eventi internazionali programmati da aprile a dicembre faranno da richiamo e faranno parlare dell’ isola ma anche segmenti di mercato che si consolidano e puntano su Capri contribuiranno ad animare il territorio».

Aumenta la domanda per la celebrazione di matrimoni a Capri, sulla scia delle numerose occasioni che negli anni scorsi hanno portato alcuni importanti ospiti a compiere questo passo in terra caprese. Occasioni che quasi sempre si tramutano in eventi di grande richiamo per l’ isola e per il fascino di location particolari dove pronun ciare il fatidico si, come per esempio Villa Lysis, i Giardini di Augusto e il Belvedere di Punta Tragara che Capri mette a disposizione.

Importanti quote di mercato sono favorite anche dal turismo culturale. «Il nostro auspicio – aggiunge Gargiulo – è ovviamente quello di veder crescere sempre i numeri su Capri, in misura adeguata alla ricettività autorizzata e servizi, ovviamente salvaguardando il nostro patrimonio naturale per il quale, è noto, abbiamo chiesto di valutare la richiesta di tutela dell’ Unesco. Il nostro impegno oggi è anche garantire la vivibilità dell’ isola ai nostri ospiti e da questo punto di vista Federalberghi Isola di Capri negli ultimi anni ha voluto e saputo essere propositiva per aiutare gli organi preposti a trovare soluzione a problematiche che vanno dall’ arrivo a Capri, alla mobilità e alla sostenibilità dell’ accoglienza. E se il mercato non tradisce, è la conferma che siamo sulla strada giusta».