Goveani, ex patron Toro riparte da Capri

0
110

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Roberto Goveani potrebbe diventare il simbolo dello sport a Capri. Sembrano confermate le indiscrezioni dei giorni scorsi che volevano il patron del Capri calcio, già presidente del Torino negli anni Novanta, a capo di una cordata pronta a rilevare e rilanciare la cittadella sportiva di Palazzo a Mare a pochi metri dal campo di calcio Germano Bladier che ospita le partite casalinghe della sua Capri Isola Azzurra che milita nel campionato di calcio di Prima Categoria. Notaio piemontese, da sempre legato a doppio filo al mondo del football, uomo di sport, Roberto Goveani alla sua seconda avventura alla guida del Capri Isola Azzurra, dunque, confermando le voci, investirebbe ulteriormente nello sport all’ombra dei Faraglioni con l’obiettivo di tagliare il nastro inaugurale della mai nata cittadella sportiva. Quello che gli isolani conoscono come Palazzetto e che anni fa era arrivato praticamente a conclusione delle opere, con infissi, porte e spalti pronti, ma poi sul più bello con lo stop ai finanziamenti, il ridimensionamento dell’idea progettuale si è trasformato nella classica cattedrale nel deserto mai completata. Oggi quella che altrimenti resterà nella storia di Capri come un’opera mai conclusa potrebbe invece vedere la luce, visto che sembra che quanto si ventilava nei giorni scorsi, ovvero un ulteriore impegno di Roberto Goveani per lo sport isolano, è una notizia concreta più che mai. L’ex numero uno del Torino calcio che sta tra l’altro potenziando la struttura societaria del Capri Isola Azzurra andrebbe così a rilevare un’area ampia, vista sul mare confinante con il campo di calcio e la tensostruttura di basket, andando così a contribuire a quell’anello mancante della perfetta collana degli spazi sportivi capresi, che ancora si trova in una situazione di work in progress. Sembra infine che nei prossimi giorni Roberto Goveani possa avere degli incontri su questo argomento, per un’opera per la quale si è parlato a più riprese anche di una piscina coperta, sia attraverso la procedura di project financing, sia con la Coni servizi.