PROTEGGIAMO IL MARE, PROTEGGIAMO L’ISOLA DI CAPRI

0
168

FONTE: COMUNICATO STAMPA DELL’AMMINISTRAZIONE DI ANACAPRI

AREA MARINA PROTETTA: AGGIORNAMENTI SULL’INCONTRO PRELIMINARE AL MINISTERO

Si è chiuso martedì scorso l’incontro voluto dal Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, per l’istituzione dell’Area Marina Protetta dell’Isola di Capri. Ad incontrarsi a Roma sono stati i funzionari della Direzione Generale per il Mare e le Coste e i rappresentanti dei Comuni di Anacapri e Capri, rispettivamente i Sindaci Alessandro Scoppa e Marino Lembo e i Delegati alla Risorsa Mare e all’Area Marina Protetta Maurizio Lo Russo e Paola Mazzina. 

Nel ringraziare il Ministro Costa e i suoi collaboratori per il loro interessamento, e fermo restando l’attuale interruzione dei rapporti istituzionali tra i due Comuni, nell’incontro di martedì è emersa una ferrea volontà condivisa dalle Amministrazioni isolane, ovvero quella di istituire un’Area Marina Protetta rigida e degna del suo nome, e cioè libera da deroghe e favoritismi di sorta. Sulla necessità e sull’importanza di questo indirizzo di rigidità, Sindaci e Delegati si sono trovati assolutamente concordi con i funzionari della Direzione Generale, che ci hanno inoltre confermato che la copertura finanziaria dell’Area Marina Protetta sarà portata avanti con fondi ministeriali. La redazione della mappatura dell’Area Marina avrà ovviamente alla propria base dei canoni scientifici di rilevanza ambientale, ma terrà anche conto del tessuto socio-economico dell’isola nel suo insieme, così come dello sgombero delle zone marine più assaltate nelle quali sussiste tuttavia un interesse ambientale minore. 

Con questo vertice sono state anche dissipate le bugie dei giorni scorsi, quando qualcuno ipotizzava che Anacapri potesse tirarsi indietro rispetto all’AMP. Anacapri, nonostante tutto, è sempre in testa laddove si parla di interessi generali per l’isola. 

Siamo soddisfatti nel dire che oggi è stato fatto un altro importante passo verso un’Isola di Capri più libera e più vivibile. Quello che tutti noi vogliamo è un mare equamente protetto dagli interessi speculativi che lo deturpano e lo inquinano, siano essi interessi esterni o interni. E se questo significherà fare tutti noi isolani un sacrificio per assicurare il futuro ambientale della nostra bella isola, che solo così potrà continuare ad essere vissuta dalle prossime generazioni in tutto il suo splendore, allora ne sarà davvero valsa la pena.

Proteggiamo il mare, proteggiamo l’Isola di Capri. 

PS: in allegato il comunicato ufficiale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Mare e delle Coste, che avvia di fatto il procedimento istitutivo dell’Area Marina Protetta Isola di Capri.