Edilizia scolastica, 65mln dal Miur: fra i comuni in graduatoria c’è anche Capri

0
151
istituto alberghiero capri

Fonte: www.laprovinciaonline.info

Pubblicata dal MIUR la graduatoria delle scuole italiane che rientrano nel Piano straordinario per le verifiche sui solai e sui controsoffitti degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico. Tra Napoli e provincia più di 40 Comuni interessati. Sono state pubblicate sul sito del MIUR (ministero dell’Istruzione) le graduatorie del bando da 65,9 milioni di euro per il piano straordinario che permetterà le verifiche dei solai e dei controsoffitti degli edifici pubblici adibiti a uso scolastico di migliaia scuole italiane. La cifra sarà così ripartita: per le verifiche saranno stanziati ben 40 milioni, mentre per gli eventuali interventi urgenti sulle situazioni di criticità che potranno emergere dai controlli e quindi la possibilità di eseguire i lavori più urgenti saranno messi a disposizione 25,9 milioni. Secondo i dati pubblicati dal ministero saranno finanziate più di 5mila verifiche ed esaminati 1265 edifici di Province e Città Metropolitane e 4295 strutture scolastiche di competenza dei rispettivi Comuni di appartenenza. La Regione Campania sarà quella con più edifici da verificare: ben 943. Per la provincia napoletana le scuole in graduatoria, che sono rientrate nel Piano straordinario, sono ubicate in circa 40 Comuni, tra cui: Napoli, Torre Annunziata, Caivano, Frattamaggiore, Piano di Sorrento, Nola, Torre Annunziata, Afragola, Portici, Pomigliano d’Arco, Ottaviano, Giugliano in Campania, Pozzuoli, Cardito, Acerra, Torre del Greco, San Giuseppe Vesuviano, San Giorgio a Cremano, Poggiomarino, Sant’Antimo, Castellammare di Stabia, Casamicciola Terme, Gragnano, Pompei, Capri, San Giorgio a Cremano, Meta, Marigliano, Procida, Sant’Anastasia, Casoria, Quarto, Marano di Napoli, San Sebastiano al Vesuvio, Palma Campania, Ercolano, Somma Vesuviana, San Gennaro Vesuviano, Sorrento, Qualiano, Pollena Trocchia, Grumo Nevano, Bacoli, Ischia, Forio, Melito di Napoli, Sant’Antonio Abate