Manutenzione di via Krupp, a Capri partono i lavori

0
827
;

Fonte: Metropolis

di Marco MIlano

Diciottomila euro per via Krupp a Capri. Per la strada più famosa dell’isola azzurra sono stati assegnati degli interventi di verifica e manutenzione delle strutture di protezione. L’impegnativa di spesa è stata effettuata nei confronti di una ditta specializzata. Un recente provvedimento della giunta comunale in merito alla strada intitolata al re tedesco dell’acciaio «nel ribadire la piena e assoluta autonomia dei Responsabili di Settore nel condurre l’attività» aveva dato indirizzo al settore IV Lavori Pubblici di «presentare uno studio di fattibilità tecnico- economica, concernente gli interventi su via Krupp, da redigere, secondo le modalità e le forme ritenute più opportune ed idonee, nella previsione di tre punti fondamentali e più precisamente nell’individuazione e primo dimensionamento degli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione delle opere di difesa esistenti e della strada, come realizzati fino alla riapertura del 2008, ai fini del ripristino delle condizioni di mitigazione del rischio ai livelli che dettero luogo al collaudo e alla riapertura al pubblico del 2008, nell’individuazione e primo dimensionamento degli interventi di completamento della messa in sicurezza inerenti al costone posto ad ovest dei Giardini di Augusto e al tratto di via Krupp a valle del cancello lato marina Piccola nell’elaborazione sia di un piano di manutenzione con stima del costo che del piano di gestione delle opere esistenti con stima del costo annuale». Alla ditta, dunque, è stata la realizzazione degli «interventi di verifica e manutenzione delle strutture di protezione dei costoni rocciosi incombenti su via Krupp», per un importo complessivo netto di diciottomila euro, in attesa che dopo vari anni di chiusura vacanzieri ed isolani, amanti di quella storica strada ed appassionati di bellezza architettonica, possano nuovamente varcare quel cancello in ferro battuto tristemente chiuso dal 2014 dopo la sua riapertura nel 2009 alla presenza del presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano a distanza di trent’anni dalla precedente apposizione del cartello di off limits. Nell’ultimo periodo su quell’incredibile zig-zag intagliato nella roccia si era aperto un dibattito e varie iniziative, dalla possibilità di un project financing che ne garantisse la riapertura alla costituzione di un comitato Via Krupp aperta e libera, da un confronto pubblico aperto alla cittadinanza con question time all’annuncio di un eventuale referendum sull’argomento via Krupp. L’estate ormai in soffitta ha visto, comunque, ancora una volta la strada di grande interesse storico e turistico, chiusa, vedremo cosa accadrà nel 2020.