Salvò la vita ad avversario, il calciatore del Real Anacapri Buondonno premiato dalla Lega Nazionale Dilettanti

0
385

Fonte: Metropolis

di mic. imp.

Lo stabiese Luigi Buondonno premiato dal presidente della Figc, Gravina e da Sibilia, numero uno della Lnd. Un riconoscimento inevitabile per il calciatore del Real Anacapri che col suo tempismo ha salvato la vita di un avversario in campo, Filippo Saviano. L’episodio si era verificato il 17 novembre durante la partita Real Anacapri-Arzanese per il campionato di Prima Categoria campano. Il giocatore dell’Arzanese aveva battuto il capo crollando a terra privo di sensi. Tempestivo era stato il soccorso del centrocampista del Real Anacapri, Luigi Buondonno che si era fiondato ad aprire la bocca di Saviano evitando che ingoiasse la lingua, salvandogli la vita, a costo di ferirsi le dita per la reazione involontaria di Saviano. La giornata difficile dell’Arzanese dopo la partita – vinta dal Real Anacapri poi era continuata al porto dove era stato comunicato ai componenti della squadra che non sarebbe stato possibile rientrare per il maltempo. Grazie al sindaco di Capri, i dirigenti della Real Anacapri, il presidente della Scuola Calcio ASD Anacapri riuscirono a far pernottare la squadra sull’isola per poi ripartire il giorno dopo. Luigi Buondonno, 22 anni, cresciuto nella Juve Stabia ha ricevuto da Gravina e Sibilla il pallone dorato per il suo grande gesto. La consegna c’è stata ieri nell’ambito della giornata del 60esimo anniversario della Lega Nazionale Dilettanti. L’ultimo appuntamento legato a questa speciale ricorrenza ha visto infatti la partecipazione del presidente del CONI Giovanni Malagò, del presidente- ad di Sport e Salute Rocco Sabelli e del numero uno FIGC Gabriele Gravina oltre alla presenza di ben quattro ex presidenti federali quali Franco Carraro, Antonio Matarrese, Carlo Tavecchio e Giancarlo Abete, da ieri nuovo commissario della Serie A. Nel parterre degli ospiti anche il segretario generale della Figc Marco Brunelli, l’ex presidente della Roma Rosella Sensi, il patron della Lazio Claudio Lotito, l’ex presidente LND Antonio Cosentino, uno degli eroi di Spagna 82 Marco Tardelli, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Carlo Verna ed il vicepresidente USSI Gianfranco Coppola. Ad aprire i festeggiamenti il padrone di casa Cosimo Sibilia, sul palco con Ivan Zazzaroni e la miss Fiorenza D’Antonio