Capri Palace nella catena Jumeirah Group di Dubai Holding

0
697

Fonte: www.ilmattino.it

di Anna Maria Boniello

Jumeirah Group, la compagnia alberghiera di lusso membro di Dubai Holding, ha annunciato che da oggi Capri Palace entra nel suo portfolio di alberghi di lusso riaprendo come Capri Palace, Jumeirah nell’aprile 2020. Questa bellissima proprietà italiana gode di una posizione idilliaca ad Anacapri; una delle parti più esclusive e incontaminate dell’isola.

José Silva, amministratore delegato di Jumeirah Group nel commentare la notizia, ha detto: “Siamo orgogliosi ed entusiasti di dare il benvenuto al Capri Palace, nel nostro portfolio. È uno degli hotel più riconosciuti e rispettati d’Europa, con una reputazione e un seguito a livello globale. L’attuale direttore generale dell’hotel, Ermanno Zanini, continuerà a ricoprire il suo ruolo, assumendosi ulteriori responsabilità come Regional vice president for Italy per il Gruppo Jumeirah”.

Soddisfazione è stata espressa da Zanini per l’incarico: “Siamo lieti che il Gruppo Jumeirah abbia considerato e coinvolto il Capri Palace a far parte del suo portfolio. Con il calore del nostro team, i grandi sorrisi e i cuori ancora più grandi, non vediamo l’ora di costruire grandi cose e raggiungere nuove frontiere come parte di questa rinomata compagnia alberghiera mondiale dell’ospitalità di lusso”

L’hotel, fondato da Tonino Cacace, si erge in alto su una collina che domina il Golfo di Napoli e incarna pienamente la Dolce Vita italiana; con un autentico stile Caprese e un panorama mozzafiato sul Golfo di Napoli. Progettato nello stile di un palazzo napoletano del XVIII secolo, il Capri Palace ha attirato, da quando ha aperto le sue porte negli anni ’60, personalità importanti ed appartenenti al mondo dell’arte e della cultura, affermandosi rapidamente come l’hotel più iconico dell’isola. Sotto la direzione di Jumeirah, la proprietà è destinata a continuare il proprio percorso di sviluppo con in programma importanti progetti.

L’arte e il design sono il cuore di questo hotel; le eleganti pareti bianche, soffitti ad arco, e le colonne creano un senso di serenità non appena gli ospiti oltrepassano l’ingresso dell’albergo. Gli interni luminosi e ariosi sono pieni di opere d’arte moderne e contemporanee con omaggio alle opere di Mirò, Magritte e Warhol. L’attenzione per l’arte contemporanea continua nella collezione del White museum, distribuita in tutto l’hotel, che racconta lo spirito di Anacapri e annovera all’interno anche pezzi di De Chirico, Keith Haring, Fabrizio Plessi e Arnaldo Pomodoro.

Gli interni raffinati e di gusto degli open spaces fluiscono nelle 68 camere. I toni bianchi, blu e neutri creano un’atmosfera inconfondibilmente mediterranea, mentre le piastrelle in ceramica e i mobili su misura evocano le atmosfere di una casa di famiglia italiana.

In linea con l’impegno di Jumeirah nell’offrire esperienze culinarie eccezionali, il Capri Palace, Jumeirah è la casa di tre delle stelle Michelin dell’isola. Il ristorante l’Olivo, che serve classici mediterranei con un’ampia lista di vini, è stato premiato con due stelle; mentre Il Riccio- il beach club privato dell’hotel – ne ha una, ed è l’unico beach club al mondo ad averla. Il Riccio, che è adagiato sulla costa rocciosa, è noto per deliziare i propri ospiti con i migliori frutti di mare locali, in particolare i ricci di mare da cui il ristorante prende il nome.

Capri Palace, Jumeirah è anche stimato e conosciuto per essere meta di benessere, con l’esclusiva Capri Beauty Farm vantando un fedele seguito internazionale. Sotto la direzione dell’apprezzato e riconosciuto professor Francesco Canonaco, questa Spa medica di prim’ordine e di rilevanza internazionale – all’avanguardia nella ricerca medica- offre trattamenti altamente specializzati tra cui la ‘Leg School®’ e il ‘Metabolic Response’ che hanno ottenuto il plauso mondiale.