Ruspe, confronto con i sindaci Il comitato casa lancia l’appello

0
331

FONTE: METROPOLIS

di Marco Milano

Capri. Emergenza abitativa, il comitato casa incontra le amministrazioni comunali isolane, il consiglio comunale di Anacapri affronta la dichiarazione di prevalenza dell’interesse pubblico per un immobile abusivo. Il rischio demolizioni continua ad essere in testa alle preoccupazioni degli isolani e si susseguono incontri per cercare di trovare soluzioni. «Tutelare l’ambiente anche attraverso il pieno rispetto delle leggi esistenti, ma garantire l’aspirazione dei capresi a vivere nel proprio territorio utilizzando tutti gli strumenti, anche alternativi alla demolizione degli abusi di necessità, che le stesse leggi contemplano e che non sono fin qui stati utilizzati pienamente ». Questa la posizione del sindaco di Capri Marino Lembo ribadita durante l’incontro con il Comitato per il diritto alla casa Isola di Capri. Un confronto in cui sono state affrontate le criticità legate alle normative piuttosto restrittive e che di fatto negli ultimi trent’anni hanno messo alle corde sull’isola la tutela del diritto all’abitazione rispetto alla tutela del territorio. L’incontro ha anche messo in luce sulla tematica casa sull’isola azzurra, l’assenza di una normativa sulle sanatorie edilizie e il fenomeno dell’apertura di numerose strutture ad uso turistico che hanno reso difficile risolvere il problema abitativo per tante famiglie. Tutti fenomeni che «di fatto hanno sottolineato dal Comitato Casa – hanno creato un’emergenza abitativa, la quale come già è accaduto in passato, si accentua con cadenza ciclica ad ogni passaggio generazionale». Tra le soluzioni prospettate dall’amministrazione di Capri il nuovo piano urbanistico comunale e la revisione del regolamento edilizio, «per prevedere hanno spiegato dal gruppo di maggioranza dei Capresi Uniti – la possibilità di frazionamenti delle unità immobiliari e possibili ampliamenti igienico-funzionali e di abitabilità». Nell’immediato, si cerca di limitare ulteriori demolizioni, con procedure di housing sociale e di acquisizioni a patrimonio pubblico.