Capri, Hollywood: al Traditore di Marco Bellocchio il “Capri International Feature Film”

0
124

di Massimo Cerrotta

Aspettando gli Oscar 2020, dal 26 dicembre al 2 gennaio c’è “Capri, Hollywood”. Intanto, a “Il Traditore” di Marco Bellocchio, prodotto da Beppe Caschetto con Ibc Movie, Kavac Film e Rai Cinema e distribuito nella Penisola da 01 Distribution, è stato attribuito il “Capri International Feature Film”.

Il film sul pentito di mafia Tommaso Buscetta, interpretato da Pierfrancesco Favino, sarà infatti premiato nel corso della 24esima edizione della manifestazione in programma sull’Isola Azzurra, dopo essere stato presentato all’ultimo Festival di Cannes e ad aver ricevuto ben quattro nomination nelle principali categorie agli EFA 2019 (European Film Awards) e anche una candidatura, in qualità di film rappresentante del Cinema Italiano, per entrare nella cinquina dei candidati alla vittoria dell’Oscar al Miglior Film in Lingua Straniera, il quale, a partire dall’edizione 2020, sarà denominato premio Oscar al Miglior Film Internazionale. Per scoprire se l’opera di Bellocchio riuscirà ad entrare in questa prestigiosa rosa di candidati bisognerà però aspettare 13 gennaio 2020, quando saranno annunciate le nomination della 92esima edizione della cerimonia degli Oscar, che si svolgerà al Dolby Theatre di Hollywood, il 9 febbraio 2020. Intanto, il film di Bellocchio sarà presentato nell’attesa proiezione di sabato 16 novembre al Teatro Cinese di Hollywood, dopo il successo di critica a New York e in vista dell’uscita ufficiale del 31 gennaio con Sony Pictures Classic.

“Un premio che assegniamo con particolare convinzione ed entusiasmo” annuncia Marina Cicogna, honorary co-chair dell’Istituto Capri nel Mondo. “Il Traditore è un grande film che parla al pubblico internazionale, opera di un vero maestro del cinema mondiale, sempre ispirato. Un evento artistico che rappresenta l’Italia ai massimi livelli.”

“Il Traditore” sfiderà inoltre, il 7 dicembre a Berlino, per gli EFA 2019, i film “J’accuse” e “Dolor y gloria”, rispettivamente di Roman Polanski e Pedro Almodovar, tutti candidati alle categorie Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Sceneggiatura e Miglior Attore Protagonista.

La 24esima edizione di “Capri, Hollywood International Film Festival”, promosso dall’Istituto Capri nel mondo con Mibact-Dg cinema e Regione Campania, sarà inoltre dedicata, nell’anno del centenario della sua nascita, al grande regista Gillo Pontecorvo, padrino e ispiratore del festival sin dagli esordi nel 1995. Insieme a lui, a credere nelle potenzialità di un evento ponte tra il cinema italiano e americano, fu Lina Wertmueller, che lo scorso ottobre è stata insignita dell’Oscar alla carriera e della stella sulla “Walk of Fame”, due riconoscimenti che rappresentano il coronamento del suo lungo lavoro di sostegno dell’Istituto Capri nel Mondo, in collaborazione con la Siae e la Regione Basilicata.