Anacapri avrà una casa per gli anziani D’Amato regala l’immobile al Comune

0
902

Fonte: Il Mattino

di Anna Maria Boniello

Anacapri avrà per la prima volta una casa per gli anziani. Il consiglio comunale di ieri, presieduto dal sindaco Alessandro Scoppa, ha votato all’unanimità l’acquisizione di un immobile anche grazie all’intervento dell’imprenditore Gianfranco D’Amato, la cui famiglia frequenta Capri da diversi anni. D’Amato, che nell’operazione ha investito oltre un milione di euro, è molto legato ad Anacapri ed alle tematiche ambientali e sociali e con l’associazione «L’Oro di Capri» è riuscito a trasformare un largo spazio di costa riportando ad Anacapri l’antico mestiere dell’olivicoltore. Con la sua associazione ha riunito un gruppo di isolani che intendono riportare sul territorio un’antica tradizione, quella di coltivare l’olivo e trasformarlo in quel prezioso alimento che è l’olio, che nell’isola di un tempo era anche una delle principali fonti di sviluppo economico. Gli olivi vengono seguiti e curati da agronomi ed esperti, tenendo corsi per i coltivatori. 
IL CENTROL’Oro di Capri, grazie a Gianfranco D’Amato, è oggi una realtà affermata e il comune isolano si pregia di far parte delle città dell’olio. Dopo la natura, oggi l’interesse di D’Amato è rivolto al sociale. Da qui la collaborazione con il Comune per far realizzare la prima casa per gli anziani. L’immobile è sito in piazza San Nicola, di fronte ala Chiesa di San Michele dove esiste l’artistico pavimento con la cacciata di Adamo ed Eva dal paradiso terrestre, una vera e propria opera d’arte datata 1761 di Leonardo Chiaiese, artista abruzzese che lavorava a Napoli. 
Il progetto dell’acquisizione dell’immobile della famiglia Izzo-De Lorenzo è partito lo scorso anno con il sindaco Franco Cerrotta, attuale vicesindaco di Anacapri. L’obiettivo dell’amministrazione è quello di dotare il Comune di una casa per gli anziani, un obiettivo inseguito da sempre. Nella delibera approvata è scritto che «l’importo stimato sarebbe stato dal dottor D’Amato versato ai legittimi proprietari dell’immobile, dopodiché, a fronte di tale pagamento e del trasferimento di proprietà dell’immobile al Comune, quest’ultimo avrebbe a sua volta trasferito al dottor D’Amato stesso, a titolo di parziale corrispettivo, un fondo agricolo di proprietà comunale, sito in località Mesola. La differenza tra i valori dei due immobili, che è concretamente a vantaggio del Comune, costituirà inoltre donazione utile a trasformare la Villa in questione nel primo Centro Anziani di Anacapri». 
L’obiettivo dell’amministrazione, che in una nota esprime grande soddisfazione per questo nuovo progetto, sarà ora quello di ristrutturare l’immobile e trasformarlo nella prima casa di riposo, con annesso piccolo centro diurno che sia un luogo sociale di aggregazione, ritrovo e scambio culturale per i cittadini anziani.