Snav-Caremar, sos viaggiatori: «Ticket unico»

0
597

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Raccolta di firme per estendere l’abbonamento sulla tratta via mare Napoli-Capri. I pendolari che viaggiano sulla linea marittima tra l’isola azzurra e la terraferma hanno avviato una petizione per chiedere di poter usufruire di un ampliamento rispetto al documento che autorizza all’imbarco. Lavoratori, docenti, impiegati che mettono piede ogni giorno a Capri per motivi professionali, infatti, e titolari di abbonamento Gescab che consente di viaggiare a bordo gli aliscafi Snav ed Nlg chiedono con lo stesso titolo di poter utilizzare anche i navigli, navi veloci e traghetti, della flotta Caremar. Secondo quanto sottoscritto nella loro petizione l’istanza inoltrata fa seguito ad un incontro con tema i collegamenti marittimi durante il quale si è discusso anche di abbonamenti per i pendolari dello scorso maggio in Regione Campania. «In data 2 maggio scrivono i pendolari rivolgendosi ai comuni di Capri ed Anacapri, la Regione Campania e le compagnie di navigazione sarebbe stata sottoscritta una convenzione in virtù della quale è stata prevista l’estensione dell’abbonamento indipendentemente dalle condizioni meteo cosicché i titolari del detto abbonamento possono utilizzare indifferentemente i mezzi delle società Snav, Nlg o Caremar». Ma di tale presunta convenzione non vi è traccia, tanto che le biglietterie sono impossibilitate ad emettere il titolo di viaggio per salire a bordo i traghetti agli abbonati alle corse di aliscafo. «Le biglietterie negano di essere a conoscenza di detta convenzione sottoscrivono i pendolari e di emettere il biglietto per salire a bordo». La richiesta viene avanzata per le giornate normali, poiché già da tempo in caso di soppressione per condizioni meteomarine avverse delle corse via aliscafo, agli abbonati viene emesso il biglietto per viaggiare sui traghetti. Nella sottoscrizione i viaggiatori chiedono di poter fruire della possibilità di ampliare il proprio abbonamento sia alle corse di aliscafo che di traghetto. Sulla situazione si registra l’interessamento dell’Unione Nazionale Consumatori delegazione Capri guidata dall’avvocato Teodorico Boniello che proprio sulle problematiche legate ai collegamenti marittimi e ai disagi vissuti dai pendolari ha aperto un vero e proprio sportello permanente al quale i viaggiatori si possono rivolgere per le segnalazioni del caso.