Certosa, un patto dopo lo strappo, manifestazioni a ingresso gratuito

0
158

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Per la Certosa di Capri arriva il nuovo accordo. E’ stato sottoscritto, dal comune e dal polo museale della Campania l’accordo di valorizzazione per il complesso monumentale più famoso dell’isola azzurra. Un patto che mette fine a una querelle che ha tenuto banco il mese scorso con la precedente convenzione scaduta e la nuova non ancora firmata col diniego allo svolgimento di eventi comunali. Ed in questo senso una doppia polemica conquistò la ribalta dalla cronaca, da un lato la richiesta nella bozza del nuovo accordo di un euro di ingresso a tutti coloro che accedevano alla Certosa per assistere a spettacoli, anche se di carattere gratuito, dall’altro la scuola L’Isola Danza che aveva in programma per lo scorso mese di luglio l’annuale saggio-spettacolo costretta a trasferirsi armi e bagagli nell’altro comune isolano, Anacapri, per consentire alle proprie allieve di esibirsi in assenza delle condizioni di agibilità della Certosa che in quei giorni era alle prese con il ripristino dello stato dei luoghi dopo un grande evento privato. Ora le acque sembra siano tornate calme e proprio il saggio della scuola L’Isola Danza la prossima settimana sarà il primo spettacolo patrocinato dal comune dell’estate 2018 ospitato dalla Certosa. «L’intesa, valida due anni, è stata sottoscritta alle medesime condizioni di fruizione e valorizzazione del bene monumentale sancite dagli accordi precedenti senza maggiori oneri economici per il comune di Capri – spiegano dal municipio caprese in una nota ufficiale. Si è, inoltre, convenuto l’ingresso gratuito (senza l’obbligo di un euro come era previsto nella bozza d ‘accordo non ancora firmata) per i partecipanti agli eventi ed alfe manifestazioni di carattere culturale organizzati dal comune di Capri». L’accordo di valorizzazione, secondo la delibera di giunta comunale appena approvata, comprende oltre alla Certosa di San Giacomo, anche Villa Jovis, la più famosa delle dodici dimore dell’imperatore Tiberio. «Siamo soddisfatti dell’accordo raggiunto con il polo museale che ci ha consentito di rinnovare la disponibilità del nostro Comune alla valorizzazione di uno dei più importanti siti monumentali dell’isola» sottolinea il primo cittadino di Capri Marino Lembo.