Sanità patto di ferro fra Asl e sindaci per risolvere le criticità

0
129

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

“Tavolo sui bisogni di salute a Capri”. La conferenza dei servizi convocata per ieri mattina sull’isola azzurra lancia “un tavolo di confronto permanente sui bisogni di salute”. Nel neonato “organismo” ci saranno i rappresentanti dell’Asl Na 1 Centro, delle amministrazioni comunali isolane e delle associazioni di categoria e territoriali. “La mia presenza sull’isola – ha detto il direttore generale dell’Asl Na 1 Centro Ciro Verdoliva – vuole essere un segnale tangibile dell’attenzione che l’Asl ha nei confronti di tutti i cittadini”. La prima riunione è stata calendarizzata per il prossimo 11 settembre e sarà aperta anche a “quant’altri utili – come spiegato in una nota ufficiale – a fornire un contributo concreto”. E’ stato anche annunciato che dal prossimo mese il distretto sanitario isolano metterà a disposizione un giorno alla settimana le attività ambulatoriali. “La Conferenza dei Servizi convocata dal direttore generale Verdoliva, e il successivo Tavolo di Lavoro – ha detto il sindaco di Capri Marino Lembo – rappresentano un fattivo percorso per la risoluzione della ‘Vertenza Sanità’ a Capri. Finalmente iniziamo ad avere risposte concrete ed abbiamo avuto impegni per i quali chiediamo però un cronoprogramma con tempi precisi per la loro attuazione. Lavoreremo in maniera sinergica con l’Asl per garantire ai capresi, innanzitutto, il diritto alla salute”. E proprio da ieri sul territorio isolano è partito il servizio di seconda ambulanza del 118. Il nuovo mezzo di soccorso che sarà a Capri sino al 30 settembre, h24, è stato affidato alla Croce Rossa Italiana e prevede la presenza di autista e infermiere. “La cittadinanza avverte una sensazione di pericolo nell’essere assistiti al Capilupi – ha detto il sindaco di Anacapri Alessandro Scoppa – In molti anni abbiamo perso un pezzo dopo l’altro, e la performance dell’ospedale è molto inferiore allo standard. Per questo chiediamo che vengano migliorati tutti i servizi dell’ospedale, compresa la formazione sull’emergenza di tutto il personale. Allo stesso tempo, chiediamo nel brevissimo un percorso dell’emergenza sicuro, veloce e sempre efficiente. In qualsiasi momento il paziente che necessita di cure di livello più elevato deve poter essere trasferito velocemente e in ogni circostanza. Voglio però sottolineare che la Conferenza odierna dimostra il cambio di passo nell’attenzione alle problematiche sanitarie dell’isola e, sono certo, i risultati si vedranno presto a conferma di quanto già attuato negli ultimi mesi”.