Capri, assistenza estiva la Asl convoca i sindaci

0
94

Fonte: Il Mattino

di Ettore Mautone

L’ EMERGENZA Una seconda ambulanza del 118 con infermiere e autista sarà in funzione da oggi a Capri, nell’ arco delle 24 ore e fino alla fine del mese di settembre. Il mezzo di soccorso affiancherà l’ ambulanza medicalizzata che già presidia l’ isola. Resta attiva la terza ambulanza dedicata al trasporto secondario (non si occupa delle urgenze e non è attivabile per chiamata diretta al 118) che continuerà ad essere presente all’ ospedale Capilupi nelle 12 ore del ciclo diurno (dalle 8 alle 20). Il provvedimento è stato adottato ad horas dal direttore generale della Asl Ciro Verdoliva in seguito al problematico soccorso di un paziente che venerdì sera è rimasto vittima di un grave politrauma e trasportato a con l’ idroambulanza (l’ elicottero era andato in avaria).

Pur non essendoci una correlazione diretta il manager della Asl ha valutato che Capri, per la quantità di turisti ospitati nel periodo estivo ha necessità di un secondo mezzo di soccorso attivo. Ma non è tutto: oggi Verdoliva convoca a Capri una conferenza dei servizi per tracciare il punto sull’ assistenza sanitaria ai cittadini e ai turisti non residenti. Invitati al tavolo i sindaci di Capri e Anacapri Marino Lembo e Alessandro Scoppa.

L’ appuntamento è alle 11 al Comune di Capri. «Il confronto avverte Verdoliva in una nota – è finalizzato all’ approfondimento dei servizi di competenza dell’ Asl Napoli 1 sull’ isola. Qui l’ assistenza è rivolta non solo ai residenti, ai residenti temporanei ma anche alle decine di migliaia di turisti che affollano la perla del nostro golfo».

L’ obiettivo è verificare le esigenze di assistenza a Capri, acquisire pareri, osservazioni e proposte avanzate da chi conosce bene e tocca con mano le falle del sistema di assistenza a Capri. «Il mio intento precisa ancora Verdoliva è che la popolazione riceva la massima attenzione possibile per garantire il livello adeguato». L’ invito all’ incontro è esteso ai rappresentanti di categoria del territorio e a quant’ altri riterranno utili a fornire un concreto contributo.

«Non più tardi di una settimana fa avevamo denunciato le carenze relative al trasporto sanitario secondario (che però non si occupa delle urgenze ndr) – avverte il consigliere regionale Flora Benedice – un’ isola famosa in tutto il mondo non può avere servizi minimi. Bene ha fatto Verdolina a convocare la conferenza dei servizi».