A Capri i campioni della solidarietà

0
180

Fonte: Il Mattino

di Maria Elefante

Serate glamour, ma soprattutto solidarietà e accoglienza. È la manifestazione Eccellenze Reali, esempio di accoglienza, nello sport con l’ incontro di 100 delegati della XXX Universiade e di solidarietà, grazie a un contributo che servirà a sistemare una struttura dedita all’ ospitalità delle famiglie che hanno in cura i loro piccoli nel polo oncologico del Santobono Pausilipon. Ma la manifestazione, andata in scena a Capri dal 5 al 7 luglio al Grand hotel Quisisana, è molto di più. È cultura, moda, spettacolo, ricerca scientifica e soprattutto valori che sono stati esaltati attraverso dei riconoscimenti assegnati a chi ha fatto del suo lavoro un’ eccellenza al servizio degli altri.

Il format ideato da Enzo e Luisa Citarella ed esportato in tutt’ Europa, da Parigi a Stoccolma, è stato realizzato in partnership con la Regione Campania, il comitato organizzatore della Universiade, la Scabec – società campana per i beni culturali, la Fondazione Santobono Pausilipon, dall’ Unione stampa sportiva italiana (Ussi) e con il patrocinio del Comune di Capri. La prima giornata della manifestazione è stata dedicata tutta allo sport, i delegati dell’ Universiade hanno fatto tappa sul belvedere della Funicolare. Gli atleti edi dirigenti sportivi accompagnati da Anna Paola Voto, responsabile relazioni istituzionali Universiadi Napoli 2019, sono stati accolti dal presidente della Stampa sportiva mondiale, Gianni Merlo, e dal vice presidente nazionale dell’ Ussi, Gianfranco Coppola, il sindaco di Capri, Marino Lembo e il consigliere delegato al turismo, Ludovica Di Meglio insieme a tutte le associazioni sportive isolane e i testimonial della Universiade nonché ambassador Coni Campania, tra gli altri Patrizio Oliva, Mauro Sarmiento, Gianni Maddaloni e Franco Porzio. «Un evento di così grande importanza che parla un linguaggio sportivo universale, ha un chiaro valore sociale ed educativo per i nostri ragazzi – ha dichiarato Lembo che dopo uno scambio di doni con la delegazione ha ricevuto la targa ufficiale delle Universiadi -. Per questo siamo felci di aver condiviso il momento istituzionale con gli oltre 200 giovani e giovanissimi che praticano diverse discipline sportive sull’ isola. Per noi lo sport, inteso come fattore di crescita sociale e civile, contribuisce alla buona formazione dei cittadini di domani». E sempre lo sport è stato protagonista del convegno Turismo sportivo: quando vince la passione. I grandi eventi tra opere, cifre e opportunità che si è svolto nella sala Donna Lucia Morgano del Grand Hotel Quisisana. Tra i relatori il presidente dell’ Aips (Association internationale de la presse sportive) Gianni Merlo, il vice presidente dell’ Ussi Gianfranco Coppola, Ferdinando Arcopinto, dipartimento Beach Soccer Fifa, Felicio De Luca, dirigente Lega nazionale dilettante, e Francesco Trebisonda, manager Aon.

A margine del convegno sono stati premiati con una scultura di Asad Ventrella il general manager del Quisisana Adalberto Cuomo e i campioni dello sport Patrizio Oliva, Franco Porzio, Mauro Sarmiento e Gianni Maddaloni, dal presidente mondiale Aips Gianni Merlo con i dirigenti federali Ldn Ferdinando Arcopinto e Felicio de Luca. La serata glamour non si è fatta attendere, come nelle precedenti edizioni. L’ obiettivo è valorizzare il made in Campania attraverso momenti di cultura, sfilate di moda, spettacolo, e la consegna del Premio Record e Valori. Con la regia di Onofrio Brancaccio cultura, moda, design, musica e spettacolo sono andati in scena celebrando le eccellenze. E, proprio a testimonianza del successo dell’ eccellenza della Campania all’ estero, per tre giorni nei giardini del Grand Hotel Quisisana è stata esposta la poltrona Grace, firmata dall’ interior designer Pietro del Vaglio, già presente nel 1995 al museo di architettura e design di Chicago.

L’ evento ha visto la collaborazione di donne imprenditrici votate a progetti solidali in partnership con il brand Eccellenze Reali, tra cui Maria Teresa Ferrari, Elisa Russo, Luisa Ventrella Angela Russo. Madrina della serata Barbara d’ Urso, sempre fiera delle origini partenopee, ha sposato la causa della solidarietà per il progetto varato a supporto del Santobono Pausilipon, per realizzare una casa di accoglienza per i familiari dei bambini lungodegenti. È in questo contesto che è stato devoluto un contributo alla Fondazione Santobono Pausilipon rappresentata per l’ occasione da Anna Maria Ziccardi, Anna Maria Minicucci e Flavia Matrisciano. La serata, condotta da Veronica Maya e Gianni Simioli, ha visto la presenza di oltre 380 ospiti, fra cui istituzioni, buyer, addetti ai lavori, opinion leader, capitani d’ industria, letteralmente presi per la gola dalla cucina del Grand Hotel Quisisana all’ insegna della gastronomia mediterranea. Ai bordi della piscina del Quisisana, invece, con una scenografia di luci realizzata da Antonio Giglio di Videocomunicazione hanno sfilato gli abiti principeschi di Salvatore Pappacena, la moda uomo di Mulish, l’ estrosità di Giuda, i Fuori Acqua di Licia Abet Privè, i sandali gioiello di Rebella, le colorate pellicce di Antonelli con i gli eleganti e ricercati costumi di District di Margherita Mazzei. Nella serata, ricca di emozioni, animata dalla musica di Valentina Stella, Gigi Finizio, Anna Capasso, Rosario Miraggio e dalla band di Gianluigi Lembo di Anema e Core, sono stati assegnati i Premi Record e Valori. Ad aprire la serie di riconoscimenti Bruno Vespa, l’ anchorman più famoso d’ Italia che ha ricordato come 30 anni fa i figli fossero protagonisti di monellate proprio nella piscina del Quisisana. Ha consegnato il riconoscimento uno storico amico del direttore, cioè Nicolino Morgano, patron del Quisisana perfetto padrone di casa. Poi è stata la volta di Giuliana De Sio che ha omaggiato Eduardo de Filippo: «Non potevo dire no al progetto di una serata di valorizzazione della mia terra e di un progetto di solidarietà a sostegno del Santobono Pausilipon – ha detto – poi, mi ha fatto molto piacere conoscere questa rete di donne imprenditrici che si impegna per la solidarietà ma anche per iniziative contro la violenza sulle donne». Nella sezione sport è stato premiato il primo wrestler professionista italiano che è riuscito ad affermarsi nel grande circuito americano, il salernitano Giuseppe King Danza, che ha ricevuto il riconoscimento (un’ opera firmata ASAD Ventrella) insieme al campione, anche di solidarietà, Ciro Ferrara. Irresistibili e dirompenti le incursioni di Peppe Iodice, che non ha salvato nessuno dalla sua ironia. Colonna sonora della serata l’ allegria contagiosa di Gianluigi Lembo e l’ Anema e Core band che ha accolto gli ospiti intonando le più note melodie napoletane, rivisitate in chiave taverna. Fedele alla tradizione, Rosario Miraggio ha dedicato all’ associazione onlus La Forza delle donne della presidente Elisa Russo il suo mini show.