Degrado nella Certosa di Capri, insorge l’Unione Nazionale Consumatori

0
79

Fonte: ilmattino.it

di Anna Maria Boniello

CAPRI – ​La delegazione Isola di Capri dell’Unione Nazionale Consumatori denuncia la situazione di degrado in cui si trovano alcuni spazi della Certosa di San Giacomo e in particolare il chiostro grande e la richiesta di far pagare il biglietto per assistere agli spettacoli pubblici ai capresi e residenti sull’isola. Nella nota, inviata al ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli, al direttore del Polo Museale della Soprintendenza di Napoli, Giacomo Franzese, l’Unione Nazionale Consumatori, sede di Capri, in persona del delegato Teodorico Boniello, segnala e contesta lo stato di degrado in cui versa l’antico plesso monumentale della Certosa di San Giacomo a Capri, dopo l’evento Bulgari di qualche settimana or sono.

Ma non è solo questo il motivo della denuncia dell’Unione Nazionale Consumatori, infatti, in una nota diffusa questa sera vengono sottolineati altri aspetti negativi, oltre l’incuria e il degrado, è scritto nel testo inviato alle autorità competenti, la cosa più grave è che non è stato possibile organizzare il saggio di danza, realizzato dalla scuola Isola Danza di cui fanno parte tutti i ragazzi e ragazze dell’isola di Capri. Sicuramente il fatto non resterà un caso isolato anche perché la Certosa di Capri nei mesi estivi è uno dei maggiori spazi in cui si svolgono spettacoli ed eventi di altissimo livello.

Martedì 9 Luglio 2019, 20:30 
© RIPRODUZIONE RISERVATA