Animali, un mondo da salvare. La Mostra al Centro Cerio

0
346

Fonte : Il Roma – mercoledì 19 Giugno 2019

di Francesca Panico

I dipinti di Schili e fotografie di Marco Valentini in “Sauvage” al Centro Ignazio Cerio di Capri.

Un diario iconografico di viaggi verso mete remote, dove è lecito perdersi tra la bellezza disarmante delle architetture naturali e specie rare in via d’ estinzione. Inaugura sabato alle 18 al Centro Ignazio Cerio di Capri, la doppia personale di Schili e Marco Valentini dal titolo Sauvage, a cura di Thessy Sembiante. Composizioni pittoriche e scatti fotografici si avvicendano in un armonico contrappunto a quattro mani, pieno di rimandi e di storie condivise. A partire dal reciproco interesse per gli animali selvaggi e per un ambiente tutto da salvaguardare. Le 130 opere, tra foto naturalistiche di Valentini e gli acrilici su tela (nelle foto) di Schili, sono la testimonianza visiva di lunghi percorsi zaino in spalla e ore di appostamenti per catturare e restituire quella dignità sacrale, totemica del mondo animale nella sua multiforme diversità. «Ogni viaggio ha un suo focus, parte da un desiderio e ha un approdo del cuore. A breve per esempio, Marco e io – spiega Schili – andremo tra la Mongolia e le Ex Repubbliche sovietiche per osservare da vicino la rarissima Antilope Saiga. L’ habitat di questi animali rischia di essere sempre più compromesso e la loro vita spazzata via come foglie al vento. Questa mostra è un momento di condivisione e conoscenza di specie animali poco note ma anche un’ occasione per lanciare un messaggio d’ amore e di premura nei confronti del mondo in cui abitiamo». Salvatore Schilirò, in arte Schili trasmettere con i suoi coloratissimi dipinti la straordinaria bellezza e al contempo la fragilità del mondo animale. Nei suoi dipinti, che si muovono in simbiosi con le fotografie di Marco Valentini, riprende l’ antica costruzione bidimensionale dell’ immagine e la sua consequenziale astrazione formale, resa attraverso la raffigurazione, su uno stesso piano, del soggetto e dello sfondo. Gli animali sono così consacrati a simboli iconici di naturale purezza; a noi resta il messaggio, da ripetere come un mantra, di sensibilizzazione e rispetto per una natura che ci accoglie materna e che l’ attuale modello di sviluppo economico, con i suoi sconsiderati ingranaggi, sta cercando di distruggere. L’ evento è realizzato in collaborazione con l’ Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Capri ed è aperto al pubblico fino al 31 luglio.