Autisti Atc, la protesta «invade» la piazzetta

0
516

Fonte: Il Mattino

di Anna Maria Boniello

LA VERTENZA

Manifestazione silenziosa nella piazzetta di Capri da parte di un gruppo di lavoratori dell’ Atc – l’ azienda di trasporto pubblico su gomma – che ha aderito allo sciopero nazionale e nello stesso tempo ha voluto portare anche la propria protesta nei confronti dell’ azienda isolana. I lavoratori dopo essere arrivati in piazzetta a metà mattinata si sono posizionati sulle scale della chiesa ed hanno esposto un grosso striscione sul quale erano scritti in italiano ed inglese i motivi dello sciopero con le frasi: «Respect and dignity for our work! Autisti Atc in sciopero per chiedere democrazia sindacale e mobilità sostenibile».

Il gruppo di manifestanti è rimasto per circa un’ ora in attesa dei suoi rappresentanti, che unitamente ad una delegazione di lavoratori tenevano un incontro con il sindaco di Capri e alcuni componenti dell’ amministrazione comunale di Anacapri. Gli amministratori hanno espresso la loro solidarietà ai lavoratori in sciopero ed hanno deciso di istituire un tavolo di concertazione e confronto per avviare un accordo con i vertici dell’ Atc di Capri per un cronoprogramma relativo ai miglioramenti del servizio e per garantire i diritti dei lavoratori, che hanno denunciato la mancanza di un piano industriale che possa affrontare con concretezza le tante problematiche del servizio che riguardano sia gli utenti che i dipendenti dell’ azienda.

Nel corso della protesta il rappresentante del coordinamento regionale Usb lavoro privato ha lanciato la proposta di indire una convocazione urgentissima con la presenza dell’ amministratore unico dell’ Atc al fine di ristabilire corrette relazioni sindacali tra le parti nel rispetto dei ruoli per affrontare con senso di responsabilità tutti gli aspetti che oggi sono sul tavolo. L’ adesione allo sciopero nazionale è stata molto alta e ha visto la partecipazione di oltre il 90% dei lavoratori dell’ Atc.