Carnevale sicuro a Capri e Anacapri, le ordinanze dei Comuni

0
178

Anna Maria Boniello – Capri. Carnevale sicuro, scattano come tutti gli anni le ordinanze con i divieti a Capri e Anacapri. I dispositivi sono stati affissi all’albo pretorio dei due Comuni. Il sindaco di Capri Gianni De Martino ha disposto che per motivi di tutela della pubblica e privata incolumità ed a tutela dei beni mobili ed immobili loro appartenenti, dell’ambiente e del patrimonio immobiliare artistico, storico, architettonico, culturale e, più in generale, del decoro urbano della Città di Capri, è vietato, su tutto il territorio comunale, fino al 6 marzo, l’acquisto, la  vendita e la distribuzione, sia negli esercizi in sede fissa che su area pubblica, di bombolette spray imbrattanti, fialette a base di componenti maleodoranti e scherzi di carnevale a base di inchiostro e altri prodotti similari; la detenzione e l’utilizzo, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, di prodotti e materiali quali quelli sopra descritti e quelli che, comunque, concorrono ad imbrattare o recare danno a persone, cose, beni mobili ed immobili del  territorio comunale di proprietà pubblica o privata. Non rientrano nel divieto la vendita, l’acquisto e la  detenzione di bombolette spray di coriandoli. In caso di violazione è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria fino a 500 euro.

 

Ad Anacapri, per evitare episodi di teppismo e per garantire la pubblica e privata incolumità, il sindaco Franco Cerrotta ha firmato come tutti gli anni l’ordinanza con i divieti in vigore. Fino al 6 marzo, nell’intero territorio di Anacapri, sarà vietata al titolari degli esercizi commerciali la vendita di uova, farina, schiuma, fiale puzzolenti e bombolette di pittura spray. L’ordinanza è stata trasmessa agli istituti scolastici e alle forze dell’ordine. Per le violazioni al provvedimento sono previste sanzioni fino un massimo di 200 euro.