Emergenza Capilupi il manager assicura: presto le soluzioni

0
28

Anna Maria Boniello – Capri. Il direttore generale dell’ Asl Na 1 Centro rassicura i sindaci dell’ isola in merito all’ ispezione della scorsa settimana che ha fatto emergere una serie di carenze all’ interno del presidio ospedaliero Capilupi. In una lunghissima nota il manager Mario Forlenza si è rivolto anche ai cittadini di Capri ed Anacapri, annunziando che saranno adottate tutte le misure necessarie per rimuovere le gravi carenze scoperte e accertare le eventuali responsabilità di dirigenti e personale. Riguardo la richiesta dei sindaci di «avere poteri specifici di direzione e sorveglianza del Capilupi», Forlenza ribadisce che la proposta «è meritevole di giusta ed equilibrata valutazione, nei limiti però del rispetto delle funzioni istituzionali che la vigente normativa di legge assegna ai sindaci e alle Asl».
Forlenza precisa che i fatti non risultano accertati per cui darà mandato di procedere a un’ azione legale nei confronti di ignoti, in quanto ritiene che le notizie diffuse ledano l’ immagine dell’ Asl, del Capilupi e dell’ isola di Capri. Resta però il fatto che il verbale dettagliato, redatto dagli ispettori inviati al Capilupi dallo stesso direttore generale, elenca tutte le criticità di cui sono gli stessi cittadini, utenti ed amministratori a lamentarsi. Tanto che negli ultimi tempi, per far fronte alle problematiche emerse, si sono avuti una serie di incontri tra i vertici dell’ Asl, gli amministratori dei due comuni ed i componenti del Comitato «Salviamo il Capilupi». In linea con la nuova linea di collaborazione, il direttore dell’ Asl ribadisce: «Posso affermare che tutte le iniziative assunte per garantire la salute dei cittadini capresi e dei non residenti sono state oggetto di preventiva informazione e/o condivisione con i sindaci di Capri e Anacapri o di utile e proficua convergenza d’ intenti, come nel caso dell’ utilizzo del campo di calcio San Costanzo di Capri per i trasferimenti notturni con Elisoccorso 118 per pazienti in codice rosso». In riferimento, poi all’ intervento degli ispettori sanitari, Forlenza precisa che «l’ impegno immediato che mi sento di assumere è quello di rimuovere le gravi carenze igienico-sanitarie, ma anche quello, soprattutto, di garantire che si proceda a dare seguito agli impegni assunti, perché solo in tal modo si può dare un segnale concreto di fattiva collaborazione istituzionale finalizzata a garantire il diritto alla salute dei cittadini capresi e dei turisti».
In conclusione Forlenza, per assicurare amministratori ed utenza, elenca una serie di servizi di cui sarà dotato a breve il Capilupi: «Sono stati recepiti gli offering relativi agli ambulatori di cardiologia e ortopedia le cui liste d’ attesa; a integrazione del personale già presente è stato predisposto un turno mattina/pomeriggio di operatori per tutti i sabato e domenica del mese di aprile; saranno acquistati un ecocardiografo e un elettrocardiografo interpretativo, e infine sarà messo in atto un protocollo per la riattivazione delle attività chirurgiche».