Insieme senza barriere dentro un mosaico di mattoncini colorati

0
76
Mariano Della Corte – Sull’ isola azzurra prende il via la due giorni con i mattoncini Lego «Insieme senza Barriere», il primo evento dedicato all’ inclusione sociale organizzato dall’ associazione a tutela dei disabili «Capri senza Barriere» in collaborazione con l’ Associazione «Sleghiamo la Fantasia» con il patrocinio della Città di Capri ed il supporto del Ptc Porto Turistico di Capri. Il concorso con i mattoncini Lego sarà suddiviso per due fasce d’ età, dai 6 ai 10 anni e dagli 11 ai 13 anni, e vedrà impegnati i ragazzi dell’ isola nella creazione di un mosaico raffigurante un «pezzo» di Capri da donare alla comunità. Le attività ludiche vedranno coinvolti grandi e piccini domani e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 19 nella Sala Donna Lucia Morgano del Grand Hotel Quisisana e nella Sala Meeting dell’ Hotel La Residenza di Capri. Nel programma della manifestazione vi saranno anche momenti di gioco libero con l’ area Duplo (per bambini da 0 a 4 anni) e l’ area Monta e Smonta (dai 5 anni in su) organizzati dall’ Associazione «Sleghiamo la fantasia», partner dell’ evento.
L’ obiettivo è quello di avvicinare i bambini ad una attività costruttiva adeguata alle loro reali capacità, mentre per i ragazzi una esperienza di costruzioni di maggiore difficoltà per mettere alla prova le loro competenze costruttive. Domenica alle 17.30 una giuria premierà i primi tre vincitori per categoria, in palio ci saranno ovviamente dei set Lego. «Il primo passo per combattere l’ emarginazione sociale è l’ integrazione che diventa fondamentale fin dai primi anni di vita – dice il presidente dell’ associazione Capri senza Barriere Michele Lembo – promuovere l’ inclusione è parte integrante di questo processo e significa cambiare le regole del gioco e far sì che ogni essere umano, indipendentemente dalla propria condizione, non subisca trattamenti differenti, non viva in luoghi separati ed abbia le medesime opportunità di partecipazione alla vita del paese in cui vive.
La manifestazione rappresenta proprio questo: un evento senza barriere che possa raggruppare le forze di tutte le associazioni ma soprattutto che veda una larga partecipazione di soggetti diversamente abili, ai quali dedichiamo la nostra totale attenzione ed i nostri sforzi».