Capri, scoperti allacci abusivi alla rete idrica

Anna Maria Boniello – Capri. Il fenomeno dell’ acqua salata che sgorgava dai rubinetti di alcune abitazioni di Marina Grande probabilmente ha trovato una spiegazione. La Gori, la società che gestisce le risorse idriche dell’ isola, ha diffuso ieri una nota in cui comunica che il servizio è ripreso regolarmente e l’ erogazione idrica nelle zone dove si era verificato il fenomeno non presenta più nessuna traccia alcalina. I tecnici hanno lavorato due giorni da martedì mattina, quando hanno ricevuto le prime segnalazioni e dopo aver sospeso il flusso idrico nell’ area indicata hanno provveduto a effettuare un accurato lavaggio sulle condotte interessate. Dopo questo primo passo, che ha consentito agli abitanti della zona di ricevere nuovamente acqua limpida dai rubinetti, i tecnici dell’ azienda hanno effettuato una capillare verifica su tutta la rete che serve una vasta zona di Marina Grande: così si è accertato che sulla rete idrica erano stati installati una serie di allacci abusivi. Allacci che sono stati prontamente rimossi dai tecnici, e che secondo una prima valutazione potrebbero essere alla base dello strano fenomeno che si era verificato. Dal canto suo la Gori ha provveduto a segnalare gli allacci abusivi a tutte le autorità competenti dell’ isola. Resta adesso da capire come si è arrivati alla commistione di acqua salata all’ interno delle condutture della rete idrica, e i motivi per i quali solo alcune abitazioni che si trovano in via Truglio, Via Cristoforo Colombo e Largo Fontana sono state interessate dal fenomeno. L’ ipotesi è di un collegamento con lo stop in tutta l’ isola dell’ erogazione idrica che da lunedì alle 14 sino alle 7 del martedì ha tenuto l’ isola a secco a causa dal rifacimento delle condutture dell’ acquedotto che si trova sotto il manto stradale della strade intorno alla piazzetta: due degli impianti di raccolta, quello di Gasto e quello di Cesina, alimentano proprio le tre strade che sono state interessate dal fenomeno.