Sbarca anche ad Anacapri “Il pescatore gentiluomo”, il nuovo libro del Prof. Maurizio Cotrufo

Da redazione

Massimo Cerrotta

 

Sbarca anche ad Anacapri “Il pescatore gentiluomo”, il nuovo libro del Prof. Maurizio Cotrufo

Continuano, in questi ultimi scampoli d’estate, gli appuntamenti culturali della Settembrata 2018. Dopo la presentazione dello scorso 29 luglio al Bar Limoncello di Marina Grande, coordinata dalla giornalista Anna Maria Boniello, sbarca anche alla Sala “Mario Cacace” di Anacapri il nuovo libro del Prof. Maurizio Cotrufo, “Il pescatore gentiluomo”. Pubblicato da “Editoriale Scientifica” nell’ambito della collana “Salimura”, che si pone l’obiettivo di raccogliere le diverse tappe di crescita del territorio caprese, il libro ci racconta dell’intensa e inaspettata amicizia tra l’illustre e vulcanico professor Cotrufo e l’umile e saggio pescatore Franco Russo, Franchetiello per gli amici. Due individui all’apparenza assai diversi, e che invece si ritrovano uguali nell’essenza, uniti da un amore viscerale per il mare, quel mitico luogo d’incontro e di fratellanza, privo di muri e di confini, nel quale l’uomo cerca da sempre di capire sé  stesso. 

L’incontro di ieri, a cura dell’Associazione “Amici di Cetrella”, che da ben 25 anni si impegna nella salvaguardia del territorio anacaprese, ha visto gli interventi di Monsignor Vincenzo De Gregorio, Maria Sbeglia, Luigi Giampaolino, e ovviamente dell’autore, che ha ricordato con tenerezza l’amico scomparso, compagno di traversate a bordo della loro “cianciola”, una barca da pesca speciale, una vera e propria seconda casa, sulla quale assaporare appieno la libertà, l’amicizia e il sapore essenziale di un “tramonto di mezza estate”.