Capri, pusher bloccato nella strada della movida

Anna Maria Boniello – Pusher arrestato a Capri, nel cuore della notte tra venerdì e sabato, nella strada della movida, quella dove si trovano i locali alla moda. Proprio lì, all’ esterno dei frequentatissimi ritrovi del by night caprese, i poliziotti impegnati nei controlli notturni hanno colto in flagrante l’ uomo mentre cedeva a un cliente una bustina contenente droga. I due sono stati immediatamente bloccati insieme al gruppetto di amici dello spacciatore, Alfonso Cioffi, trentaquattrenne proveniente da Castellammare. Dopo aver sequestrato la bustina di droga dalle mani del compratore – un ventiduenne in vacanza a Capri – i poliziotti si sono accorti che lo spacciatore cercava di disfarsi di altra droga gettando a terra una custodia del cellulare: qui erano nascoste altre due bustine di cocaina pronte per essere vendute sul mercato locale. Gli agenti, recuperata la droga, hanno trasferito tutto il gruppetto nei locali del Commissariato di via Roma per ricostruire i fatti. Il pusher proveniente da Castellamare era sbarcato con i suoi amici per trascorrere solo la serata a Capri, poiché non risulta che avessero una prenotazione in nessuna delle strutture turistiche dell’ isola, mentre il giovane soggiornava per la vacanza estiva. Arrivati nella sede del commissariato, diretto dal vice questore Maria Edvige Strina, gli agenti hanno provveduto a perquisire il pusher che è stato trovato anche in possesso di 1365 euro in banconote da piccolo taglio, probabilmente l’ incasso della serata, ottenuto spacciando altre bustine di cocaina lungo il percorso del by night.
Gli amici del giovane di Castellamare sono stati tutti identificati così come il ventiduenne acquirente che è stato poi segnalato come assuntore all’ autorità prefettizia della sua provincia di provenienza. Mentre nei confronti di Alfonso Cioffi – a carico del quale sono risultati altri reati non legati però allo spaccio e detenzione di droga – dopo l’ analisi al narcotest del contenuto delle tre bustine e accertato che si trattava in totale di 1,56 grammi di cocaina è scattato l’ arresto. Ieri mattina lo spacciatore su disposizione del pm è stato trasferito al carcere di Poggioreale. Intanto sull’ isola continuano i controlli antidroga da parte delle forze dell’ ordine.
L’ ultimo, più eclatante caso è stato quello del tassista isolano, trovato dai carabinieri in possesso di due dosi di cocaina ed eroina, al quale è stata sospesa la patente. Un altro grave episodio è accaduto a ferragosto quando i carabinieri hanno arrestato nella località ai Due Golfi un giovane di 26 anni proveniente dalla penisola, trovato in possesso di circa 120 grammi tra marijuana e hashish nascosti nella tracolla.