Da Luna Caprese a Champagne, canta Peppino

Anna Maria Boniello – Gala dinner al Capri Palace di Anacapri che ha voluto regalare una notte di magia agli ospiti dell’albergo e ai tanti amici dell’isola. Un parterre d’eccezione che ha colto l’invito di Ferit Sahenk, l’imprenditore straniero Chairman della Dogus Groupe di cui fa parte anche il Capri Palace. Ferit e sua moglie Diana, con Ermanno Zanini, hanno riunito ai bordi della piscina un centinaio di amici. Guest star Peppino di Capri, icona della musica italiana che ha festeggiatoquest’anno i suoi 60 anni di carriera, che ha aggiunto un pizzico di magia suonando al piano una hit dei suoi più grandi successi da “Luna caprese” a “Champagne”, dal “Sognatore” a “Tu ci sei” solo per citarne alcuni, entusiasmando i padroni di casa Diana e Ferit Sahenk che, al termine dello show, ha ringraziato Peppino per le emozioni che ha regalato ai suoi ospiti in una notte di mezza estate dove non è mancata una virgola di luna caprese. Ancora una sorpresa è stato il menu della serata che proponeva un’originale carta con un mix di sapori, che spaziava dalla pizza al ragù per finire con il classico cannolo, il tutto innaffiato dalla birra artigianale Capri. Un menù di tutto rispetto grazie alla collaborazione di Ciro Oliva, patron della storica pizzeria Concettina ai tre santi alla Sanità. E per finire un must di Andrea Migliaccio pluristellato chef del Palace che per finire ha proposto il ragù, una delle sue specialità per i palati raffinati che soggiornano nel lussuoso albergo. Dulcis in fundo la tarantella di Scialapopolo.