Isola svantaggiata? via al dibattito

Continua a far discutere il coinvolgimento di Capri nell’ iniziativa dell’ Ancim, l’ Associazione nazionale delle isole minori, che ha lanciato una raccolta di firme per ottenere la modifica dell’ articolo 119 della Costituzione in modo che siano dichiarate «svantaggiate» quelle popolazioni. Un coinvolgimento che il sindaco di Anacapri Franco Cerrotta spiega così: «Non si tratta di ricevere vantaggi o benefici fiscali bensì ulteriori servizi pubblici» e in particolare più personale a disposizione in considerazione del numero di residenti, che nei periodi di massima affluenza arriva a triplicarsi. Non ci si deve fermare alle apparenze perché Capri non è solo l’ isola del sogno, delle vacanze dorate e dei vip, ha sottolineato dal canto suo il sindaco di Capri Gianni De Martino. E per Cerrotta «anche gli insegnanti che risiedono sull’ isola potrebbero accedere a punteggi più alti, che consentirebbero loro di esercitare nel comune di residenza, mentre oggi c’ è un assurdo viavai tra chi viene a insegnare qui dalla terraferma e viceversa» mentre «l’ ospedale di Capri sarebbe dotato di più posti letto, più personale medico infermieristico e più servizi sanitari».